E’ molto importante saper leggere l’etichetta di un prodotto che stiamo acquistando sia per chi è a dieta sia per chi vuole mantenere il proprio peso.

Quando acquistiamo un prodotto e giriamo la confezione troviamo sull’etichetta nutrizionale subito l’apporto calorico espresso in kilojoule, ma non li prendiamo in considerazione perché vengono usati in ricerca scientifica, e in kcal.

Prendiamo per esempio un vasetto di yogurt, sull’etichetta troviamo che questo vasetto di yogurt al 90 kcal per 100 g. Facciamo Attenzione però perché uno yogurt non è mai solo 100 g, ma almeno 125g, lo yogurt greco è addirittura 170g. Quindi le kcal vanno sempre rapportate ai grammi del prodotto che stiamo acquistando.

Se un vasetto di yogurt è di 125g 1000 le kcal non saranno più solo 90, ma almeno 112-115 kcal.

Poi troviamo un asterisco che ci riporta fabbisogno calorico giornaliero, che però fa sempre riferimento ad una dieta di 2000 kcal. Anche questo valore può essere fuorviante per chi è a dieta non assumerà mai 2000 calorie, ma molte di di meno.
Poi troviamo i macronutrienti che non sono mai messi sull’etichetta in ordine casuale, ma sempre da quello contenuto in quantità maggiore e poi via via a quelli contenuti in quantità minori.

Partiamo ad esempio dai carboidrati, cioè dagli zuccheri, facciamo attenzione agli zuccheri semplici perché sono quelli che hanno maggiore effetto sulla glicemia, perché fanno aumentare sia glicemia che l’insulina.

Poi abbiamo i grassi senso che sono i macronutrienti che danno un maggior apporto calorico. Di solito togliamo scritto grassi – di cui saturi. A questi che dovremmo prestare maggiore attenzione perché hanno un’azione aterogena e quindi possono provocare problemi a livello cardiovascolare.

Non viene più usato l’olio di palma che era molto ricco di grassi saturi è stato sostituito con l’olio di girasole che non contiene grassi saturi e che contiene Omega6. Anche in questo caso dobbiamo fare attenzione perchè anche gli omega6, se in alte quantità, possono essere infiammatori per l’organismo.

Poi abbiamo le proteine, che sono i macronutrienti che hanno un potere maggiormente saziante perchè stimolano la termogenesi e quindi attivano il metabolismo. Lo yogurt greco, per esempio, è molto più saziante dello yogurt classico proprio perché contiene meno zuccheri e più proteine.

Ci sono poi dei prodotti, come la frutta e la verdura, che non hanno l’etichetta, quindi per conoscerne le calorie, degli ingredienti e i macronutrienti dobbiamo rifarci alle tabelle del Ministero dell’Agricoltura oppure delle App che ci dicono tutte le informazioni di cui abbiamo.
Il mio consiglio è quello di scegliere dei prodotti sulle cui etichette non ci sono mai più di quattro o cinque ingredienti.

Richiedi una consulenza